Pokerissimo di voci nere: 5 ristampe da riscoprire

Da Sammy Davis Jr. a Roy Brown a Blind Willie McTell, cinque ristampe per completare la propria discoteca

Da Sammy Davis Jr. a Roy Brown a Blind Willie McTell, cinque ristampe per completare la propria discoteca
Articolo
jazz

Bobby Bland
Here’s The Man!!!
Hoodoo Records 2017

Roy Brown
Good Rockin’ Tonight
Hoodoo Records 2017

Oscar Brown Jr.
Between Heaven And Hell
Soul Jam Records
2017

Sammy Davis Jr.
The Marty Paich Sessions
Jackpot Records 2017

Blind Willie McTell
Dark Night Blues
Soul Jam Records 2017

Il torrente delle ristampe è sempre in piena e volte basta lanciare la lenza, attendere il giusto e tirare poi su pesci sempre gustosi. Fauna ittica che non è più protetta dalle riserve del copyright e su cui quindi ci si tuffa senza troppi problemi.

Nell’ambito della black music funzionano bene le ristampe di quella etichetta “mutante” che, a seconda del caso, si chiama Hoodoo Records, Soul Jam Records, Jackpot Records, una label che copre il campo mirabilmente, dal blues classico all’R&B, dal soul al rock’n’roll, con buona pace dei filologi che storcono il naso a vedere sparire i nomi delle amate etichette di un tempo (qui la Reprise, la Columbia, la Duke e altre…), ma con sommo godimento di chi si porta a casa un bel cd (spesso doppio) a un prezzo più che conveniente.

Lasciandovi il piacere di rovistare nell’ampio catalogo delle etichette, segnaliamo qui un bel pokerissimo di voci nere, molto diverse l’una dall’altra, ma certamente significative e più che appaganti all’ascolto.

Rispettando così l’ordine alfabetico, spazio dapprima al “ciuffosissimo” e drammatico Bobby Bland: in Here’s The Man!!! troviamo ristampato un suo classico del 1962, tra intensi blues e fuochi R&B.  Tra i gioielli del disco una sentita versione della “Stormy Monday” di T-Bone Walker.

A uno dei padri dell’’R&B, Roy Brown, è dedicato il denso (quasi un’ora e un quarto di musica) Good Rockin’ Tonight, che raccoglie tracce incise tra il 1947 e il 1960. Cantante influente per generazioni di cantanti a venire (da Fats Domino a B.B. King, da Elvis Presley a Robert Plant), in questa antologia Brown snocciola un po’ tutti i suoi classici, da “Good Rockin’ Tonight” appunto a “Rocking At Midnight”. Pioniere!

Gli appassionati di jazz conoscono bene il nome di Oscar Brown Jr., autore dei testi di un capolavoro come “We Insist! Freedom Now Suite” di Max Roach. Poeta, drammaturgo, attivista, prima ancora che piacevolissimo cantante e autore, Brown è sempre stato un artista difficile da etichettare: Between Heaven & Hell – che contiene anche il disco di debutto Sin & Soul – lo fotografa proprio negli stessi anni della collaborazione con Roach, in una felice combinazione di jazz e primissimo soul. Arrangiamenti sontuosi di Ralph Burns e Quincy Jones, impossibile non adorarlo.

Altro Junior, assai più celebre, è Sammy Davis Jr., di cui un ghiottissimo doppio presenta tutte le sedute di registrazione effettuate con l’orchestra di Marty Paich tra il 1961 e il 1962 (con alcuni tra i più raffinati jazzisti West Coast a condire il tutto). Artista di stupefacente eclettismo, qui colto nel pieno della sua militanza nel "Rat Pack" capitanato da Frank Sinatra, Davis Jr. trasmette ancora oggi una classe e un’intensità interpretativa memorabile.

Chiudiamo la cinquina con un classico del blues come Blind Willie McTell. Il doppio cd Dark Night Blues copre il periodo dal 1927 al 1940 e i “classici”, da “Statesboro Blues” a “Love Changing Blues” a “Death Room Blues” ci sono un po’ tutti. Maestro della chitarra e cantante dalla voce estremamente originale e dolce, McTell è uno di quei nomi che non può mancare in una discoteca blues (e forse in una discoteca in genere) che si rispetti. Se già non avete queste tracce, l’occasione è ottima.

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

jazz

Helm è il nuovo disco degli Hobby Horse (per Auand): la nostra intervista a Dan Kinzelman, Joe Rehmer e Stefano Tamborrino

jazz

Intervista a Tiziano Tononi e Daniele Cavallanti: Experience Nexus! (Rudi Records) è l'ultimo lavoro dello storico gruppo italiano

jazz

Muore a 82 anni il trombonista Roswell Rudd, maestro del jazz creativo e innovativo