Il richiamo di Bird

Il sax di Rudresh Mahanthappa alle prese con Charlie Parker

Articolo
jazz

Rudresh Mahanthappa
Bird Calls
ACT/Egea

Prima o poi i conti con Charlie Parker tocca farli, specie se sei un sax contralto. Rudresh Mahanthappa (da anni una delle figure più interessanti della scena internazionale, nei progetti con Vijay Iyer o a proprio nome) sceglie di farlo in modo particolarmente intelligente, smontando il linguaggio parkeriano per rimontarlo a partire da elementi differenti, armonici, melodici, di fraseggio. Il risultato è articolato e denso, come ci ha abituato il musicista. In quintetto con la tromba di Adam O'Farrill, il pianoforte di Matt Mitchell, François Moutin al contrabbasso e Rudy Royston alla batteria, il contraltista costruisce un disco dal forte impianto formale, in cui i brani sono cadenzati da una serie di più brevi interludi che forniscono al tempo stesso un materiale ulteriore e uno strumento per dare ancor maggiore profondità all'incedere serrato della musica. Notevoli gli interventi solisti, memori della tradizione senza essere mai didascalici. Ottimo!

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

jazz

Lo stato dell'arte della fotografia jazz in Italia, il mestiere di fotografo oggi: un'intervista a Luciano Rossetti

jazz

Intervista ai Roots Magic, freschi del secondo disco (Last Kind Words) per Clean Feed

jazz

Narrazioni Jazz licenzia il direttore artistico Stefano Zenni: un progetto nato male